Come configurare il desktop remoto su Ubuntu

Hai bisogno di mettere le mani su un lontano computer Ubuntu Linux? Configura la condivisione dello schermo di Ubuntu e prendi il controllo remoto quando necessario. Puoi connetterti a Screen Sharing con qualsiasi client VNC. Ti mostreremo come fare.

La "Condivisione dello schermo" incorporata di Ubuntu è un server VNC

Quando si effettua una connessione SSH a un computer Ubuntu Linux remoto, si ottiene un'interfaccia a finestra di terminale. Va benissimo per molte attività, come l'amministrazione del sistema, e ha il vantaggio di essere una connessione leggera. Non ci sono elementi grafici da trasmettere dal computer host al client locale, quindi è facile e veloce da configurare.

Se vuoi vedere le applicazioni grafiche installate sull'host remoto sul tuo computer locale, puoi farlo con una connessione PuTTY, che è anche facile da configurare.

Ma cosa succede se vuoi andare all-in e vedere l'intero desktop remoto e come se fossi seduto proprio di fronte ad esso? Semplice: utilizzi la "condivisione dello schermo", nota anche come condivisione del desktop.

Per fare ciò, configurare la condivisione dello schermo sul computer remoto e connettersi ad esso con un client VNC sul computer locale. E, hai indovinato, è facile da configurare.

Sebbene questo articolo si concentri su Ubuntu, questa è davvero una cosa GNOME. Funziona altrettanto bene su qualsiasi altro Linux che abbia una versione GNOME della loro distribuzione. Manjaro e Fedora, ad esempio, hanno le stesse opzioni e impostazioni descritte di seguito. Abbiamo seguito questo processo con Ubuntu 18.04 LTS.

Come abilitare la condivisione dello schermo sull'host remoto

Queste sono le impostazioni che effettui sul computer Ubuntu remoto a cui ti connetti .

Nel menu di sistema, fare clic sull'icona Impostazioni.

Nella finestra di dialogo "Impostazioni", fai clic su "Condivisione" nel pannello laterale, quindi fai clic sull'opzione "Condivisione".

Fai clic su "Disattiva" accanto all'opzione "Condivisione schermo", in modo che diventi "Attiva".

Viene visualizzata la finestra di dialogo "Condivisione schermo". Fare clic sull'interruttore nella barra del titolo per attivarlo.

Quando l'interruttore è attivato, anche il dispositivo di scorrimento nella parte inferiore della finestra di dialogo diventa Attivato.

Per impostazione predefinita, "Opzioni di accesso" è impostato su "Le nuove connessioni devono richiedere l'accesso". Ciò significa che ogni utente deve confermare ogni connessione. Se stai provando a connetterti da remoto, questo non funzionerà, quindi configura una password. Seleziona il pulsante di opzione "Richiedi una password" e digita una password nel campo "Password".

Questa password non è correlata ad alcun account utente, ma deve essere fornita dai client remoti quando si connettono. È limitato a otto personaggi, quindi rendilo il più complesso possibile. Se dimentichi la password, puoi sempre ripetere questi passaggi per reimpostarla.

Dopo aver digitato una password, chiudere le finestre di dialogo "Condivisione schermo" e "Impostazioni".

La crittografia viene utilizzata per trasferire e verificare la password quando viene effettuata una richiesta di connessione. La crittografia del resto del traffico VNC dipende dalle capacità del client VNC. Questa è più una preoccupazione per le connessioni su Internet.

A meno che tu non disponga di una VPN sicura tra i tuoi due siti o che la connessione VNC non sia protetta in altro modo (tramite tunneling tramite SSH, ad esempio), è lecito ritenere che la connessione non sia crittografata. Evita di aprire documenti sensibili o privati ​​sulla connessione.

Ora, dobbiamo configurare un client per connettersi a questo computer e questo ci porta agli indirizzi IP.

Come accedere al sistema remoto su Internet

Avvertenza : si consiglia di utilizzare VNC solo su una rete locale. La condivisione dello schermo di Ubuntu non ti consente di impostare una password più lunga di otto caratteri. Se desideri connetterti da remoto, ti consigliamo di configurare un server di rete privata virtuale (VPN) sulla rete con il sistema Ubuntu remoto. Connettiti alla VPN da Internet, quindi connettiti al sistema VNC tramite la VPN. Ciò evita di esporre il server VNC direttamente alla rete. Tuttavia, se desideri comunque rendere il server Condivisione schermo accessibile su Internet, questa sezione ti mostra come.

Se non sei sulla stessa rete del computer Ubuntu remoto, dovrai connetterti ad esso tramite Internet. L'indirizzo IP che una rete presenta a Internet è il suo indirizzo IP pubblico. In realtà è l'indirizzo IP del router, assegnato dall'Internet Service Provider (ISP). Quindi, dobbiamo trovare quell'indirizzo IP.

Il modo più semplice per farlo è digitare "il mio ip" nella barra di ricerca di Google sul computer Ubuntu remoto e quindi premere Invio.

Buono a sapersi, ma non sufficiente per effettuare una connessione al computer remoto.

Immagina di voler chiamare qualcuno in un hotel. Non puoi chiamare direttamente la loro stanza. Per prima cosa chiami l'hotel e gli dai il nome dell'ospite con cui vuoi parlare. Il centralinista controlla l'elenco dell'hotel e mette la tua chiamata nella stanza corretta.

Il router su una rete funge da centralinista. Quindi, il router sulla rete remota deve essere configurato per inoltrare le richieste di connessione VNC al PC Ubuntu. Questa è una tecnica di rete chiamata port forwarding.

Ma torniamo indietro un momento. Il tuo ISP potrebbe averti assegnato un indirizzo IP pubblico statico o un indirizzo IP pubblico dinamico. Un IP pubblico statico è permanente, mentre un indirizzo IP pubblico dinamico cambia probabilmente al riavvio del router. Se il tuo indirizzo IP pubblico cambia periodicamente, i computer remoti non sapranno a quale indirizzo IP inviare la loro richiesta di connessione.

La soluzione è qualcosa chiamato DDNS (Dynamic Domain Name System). Esistono provider DDNS gratuiti che puoi utilizzare. Il processo generale è:

  • Ti registri con il provider DDNS e ricevi un indirizzo web statico.
  • Configura il tuo router per contattare periodicamente il tuo provider DDNS e informarlo del suo indirizzo IP corrente.
  • Il sistema DDNS aggiorna il record del tuo indirizzo web, quindi punta al tuo indirizzo IP. Ciò significa che le richieste di connessione effettuate al tuo indirizzo web vengono sempre inoltrate al tuo indirizzo IP corrente e corretto.

CORRELATO: Come accedere facilmente alla rete domestica da qualsiasi luogo con DNS dinamico

Utilizzando la nostra analogia alberghiera, la richiesta di connessione fino ad ora è arrivata al centralino dell'hotel. Per completare la connessione, il router deve eseguire il port forwarding.

I router possono inviare il traffico che arriva su una porta specifica a un computer specifico. Una volta configurati per inviare traffico VNC a un particolare computer, tutte le richieste di connessione VNC in entrata vengono indirizzate a quel computer.

Se intendi utilizzare VNC su Internet, è consigliabile utilizzare una porta non standard. Per impostazione predefinita, il computer Ubuntu remoto ascolta le richieste di connessione VNC sulla porta TCP / IP 5900.

Questa è una convenzione ben definita, ma l'abbiamo verificata comunque analizzando parte del traffico di rete:

Possiamo mascherare quel dettaglio dal mondo esterno utilizzando una porta non standard, come 43025. Il router remoto deve quindi essere configurato per inoltrare le richieste di connessione per la porta 43025, o qualunque porta tu scelga, al computer Ubuntu sulla porta 5900.

CORRELATO: Come inoltrare le porte sul router

È come chiamare l'hotel e chiedere di parlare con il disadattato nella stanza 43025. L'operatore sa che il disadattato è davvero nella stanza 5900 e collega la tua chiamata. Il disadattato non sa quale stanza hai chiesto e non gli importa. Non sai in quale stanza si trovi il disadattato, né ti interessa.

La conversazione tra voi può procedere e quello era il risultato desiderato.

Come connettersi da un sistema Linux

Il computer client che si connetterà al nostro computer Ubuntu non deve eseguire Ubuntu. Come vedremo quando configureremo un client Windows, non è nemmeno necessario che esegua Linux.

Per rafforzare la natura indipendente dalla distribuzione della connessione, ci collegheremo da un computer che esegue Manjaro. I passaggi sono gli stessi per le altre distribuzioni.

Creeremo una connessione Virtual Computing Network (VNC), quindi dobbiamo utilizzare un client in grado di farlo. Remmina è un client desktop remoto che supporta VNC ed è fornito in bundle con molte distribuzioni Linux, incluso Ubuntu. È facile da installare (se non lo è già) dal gestore di pacchetti di altre distribuzioni.

Premi il tasto Super, situato tra i tasti Ctrl e Alt di sinistra, quindi digita le prime lettere di "remmina". L'icona di Remmina apparirà nella parte superiore dello schermo.

Fare clic sull'icona per avviare Remmina.

Quando viene visualizzata la finestra di dialogo Remmina, fare clic sul segno "+" per creare una nuova connessione.

Viene visualizzata la finestra di dialogo Preferenze desktop remoto. Qui è dove inserisci i dettagli sulla connessione al computer remoto. Questi possono essere salvati e riutilizzati, quindi non devi ridigitarli ogni volta che desideri connetterti.

Fornire un "nome" per questa connessione. Puoi scegliere qualsiasi cosa, ma dovrebbe essere qualcosa che identifica il computer a cui ti connetti.

Puoi lasciare vuoto il campo "Gruppo" o fornire un nome per il gruppo. Se si configurano molte connessioni, queste possono essere raggruppate in categorie, ad esempio Computer Linux, Computer Windows, Sede centrale, Filiali locali e così via.

Selezionare "VNC - VNC Viewer" dal menu a discesa "Protocollo". Appaiono più campi ora che Remmina sa quale protocollo vogliamo usare.

Nel campo "Server", inserisci l'indirizzo IP o il nome di rete del computer remoto. Il campo "Nome utente" non è correlato a un account utente Linux; puoi digitare qualsiasi cosa qui. La "Password" deve essere la password che hai usato quando hai impostato la condivisione dello schermo sulla macchina Ubuntu remota.

Seleziona un valore dal menu a discesa "Profondità colore". I valori più bassi sono più reattivi, ma lo schermo apparirà piatto e leggermente psichedelico. Se le immagini non sono importanti per te e preferisci la velocità alla bellezza, scegli un valore basso. I valori più alti sembrano più simili al desktop reale. Su connessioni lente, tuttavia, l'aggiornamento può essere lento e i movimenti del mouse possono essere irregolari.

Seleziona "Media" dal menu a discesa "Qualità". Se tutto sembra a posto quando sei connesso, puoi regolarlo su un valore più alto per le connessioni successive. Ma per assicurarsi che la connessione funzioni, "Medium" è un buon punto di partenza.

Dopo aver configurato i dettagli della connessione, fare clic sul pulsante "Salva". Ritorni alla finestra principale di Remmina e la tua nuova connessione è elencata lì.

Fare doppio clic sulla connessione per connettersi al computer Ubuntu remoto. Il computer remoto deve essere acceso e la persona che ha configurato la condivisione dello schermo deve essere collegata. Vedrà una notifica che sei connesso e stai controllando il suo desktop, il che è solo educato.

È importante notare che non stai effettuando l'accesso al computer remoto: stai assumendo il controllo della sessione della persona che ha già effettuato l'accesso.

Remmina ti mostra il desktop remoto in una finestra sul tuo computer. Puoi muovere il mouse e utilizzare la tastiera come se fossi seduto al computer remoto.

Le icone sul pannello laterale consentono di ingrandire la finestra, ridimensionare il desktop remoto alla finestra di Remmina, passare alla visualizzazione a schermo intero e così via. Passa il mouse sulle icone per ottenere un suggerimento per vedere cosa fanno.

Quando hai finito con la connessione remota, disconnettiti dal computer remoto facendo clic sull'icona in basso nel pannello laterale.

Come connettersi da un sistema Windows

Windows ha problemi di compatibilità con la crittografia utilizzata nella connessione VNC, quindi renderemo l'uso della crittografia opzionale. In questo modo, i computer che utilizzano la crittografia possono farlo e quelli che non lo fanno possono connettersi senza di essa.

Avviso : chiunque sulla tua rete sarà in grado di intercettare la connessione. Questo è un altro motivo per cui è utile utilizzarlo su una rete locale o tramite una VPN, non su Internet!

Usa questo comando sul computer Ubuntu remoto per rendere la crittografia facoltativa:

gsettings set org.gnome.Vino require-encryption false

Se non hai RealVNC sul tuo computer Windows, scaricalo e installalo. L'installazione è semplice: basta fare clic sui pulsanti "Avanti" e accettare le impostazioni predefinite.

Dopo l'installazione, avvia l'applicazione "VNC Viewer" dal menu Start. Selezionare "Nuova connessione" dal menu "File".

Viene visualizzata la finestra di dialogo "Proprietà". Digitare l'indirizzo IP o il nome di rete del server Ubuntu remoto nel campo "Server VNC".

Nel campo "Nome", digita un nome per questa connessione, in modo da riconoscere a quale computer remoto si connette. Puoi fornire un'etichetta nel campo "Etichetta" o lasciarla vuota.

Nel gruppo "Sicurezza", lascia il menu a discesa "Crittografia" impostato su "Consenti al server VNC di scegliere". Assicurati che entrambe le opzioni "Autentica utilizzando Single Sign-On (SSO) se possibile" e "Autentica utilizzando una smartcard o un archivio certificati, se possibile" siano deselezionate .

Fare clic su "OK" per salvare le impostazioni. Nella finestra principale viene visualizzata un'icona per la nuova connessione.

Fare doppio clic sull'icona per connettersi al computer remoto. Verrà visualizzata una schermata iniziale all'avvio della connessione.

Poiché hai reso la crittografia facoltativa e non verrà utilizzata dal computer Windows, viene visualizzata una finestra di dialogo di avviso.

Seleziona la casella di controllo "Non avvisarmi più di questo su questo computer", quindi fai clic su "Continua".

Vedi il desktop del computer Ubuntu remoto nella finestra RealVNC.

Ricorda, la connessione Windows VNC non è crittografata, quindi non aprire documenti privati ​​o e-mail utilizzando questa connessione.

Mai troppo lontano

Se devi accedere a un computer Ubuntu da remoto, ora hai un modo semplice per farlo. Come funzionalità bonus, RealVNC ha anche un'app gratuita per smartphone Android e iPhone. Puoi configurarlo seguendo gli stessi passaggi precedenti.