Come comprimere e decomprimere file e cartelle su Mac

I Mac vengono forniti con un robusto strumento di compressione integrato che può aiutarti a comprimere e decomprimere file e cartelle. Inoltre, è molto facile da usare! Per funzionalità aggiuntive, puoi sempre provare anche un'app di terze parti.

Innanzitutto, parliamo dello strumento Archive Utility integrato. Non è un'app, ma una funzionalità profondamente integrata nell'app Finder.

Come comprimere file e cartelle su Mac

Per iniziare, apri l'app "Finder" e individua i file o le cartelle che desideri comprimere. Se stai selezionando più file, tieni premuto il tasto Comando mentre selezioni i file.

Dopo aver effettuato la selezione, fare clic con il pulsante destro del mouse per visualizzare il menu contestuale. Qui, fai clic sull'opzione "Comprimi".

Se stai utilizzando più file, l'opzione Comprimi ti mostrerà anche quanti file hai selezionato.

Al termine del processo di compressione, vedrai un nuovo file compresso nella stessa cartella. Se hai compresso un singolo file o cartella, l'archivio avrà lo stesso nome, con estensione “.zip”.

Se hai compresso più file, vedrai un nuovo file con il nome "Archive.zip". Rinominare il file per facilitarne la ricerca.

CORRELATO: I modi più veloci per rinominare i file su macOS

È ora possibile spostare il file Zip compresso in un'altra cartella o inviarlo come allegato e-mail.

Come decomprimere file e cartelle su Mac

La decompressione di un archivio è ancora più semplice. Non importa se si tratta di un file Zip che hai scaricato su Internet o qualcosa che hai compresso tu stesso.

Passa all'archivio nell'app Finder e fai doppio clic sul file Zip. Dopo alcuni secondi, il file o la cartella verranno decompressi nella stessa cartella.

Se era un singolo file, vedrai che il file tornerà al suo stato originale, con il nome intatto. Se stai decomprimendo una cartella o un file Zip che conteneva più file, verrà visualizzato come una cartella con lo stesso nome dell'archivio.

Come modificare le impostazioni di Archive Utility

Anche se Archive Utility non ha un'interfaccia utente visibile, puoi modificare alcune delle sue impostazioni. Per fare ciò, apri Spotlight sul tuo Mac (Comando + Spazio) e cerca "Archive Utility".

Una volta aperto, fare clic sulla voce "Archive Utility" dalla barra dei menu e fare clic sull'opzione "Preferenze".

Qui sarai in grado di modificare il comportamento di Archive Utility nell'app Finder. È possibile creare una nuova destinazione predefinita per tutti i file compressi e non compressi, nonché scegliere di spostare i file archiviati nel Cestino.

Alternativa di terze parti: The Unarchiver

Se stai cercando più funzionalità o se desideri decomprimere diversi formati come RAR, 7z, Tar e così via, prova The Unarchiver. È un'utilità completamente gratuita che supporta più di una dozzina di formati di archivio popolari e oscuri.

L'app consente di modificare la destinazione di estrazione predefinita. Inoltre, ti consente di scegliere di creare una nuova cartella per estrarre i file, aprire automaticamente le cartelle una volta completata l'estrazione e abilitare un'opzione per spostare l'archivio nel Cestino una volta terminata l'estrazione.

CORRELATO: Come aprire 7z e altri file di archivio su OS X