Come utilizzare il comando Ping per testare la rete

Il comando ping invia pacchetti di dati a un indirizzo IP specifico su una rete, quindi consente di sapere quanto tempo è necessario per trasmettere quei dati e ottenere una risposta. È uno strumento utile che puoi utilizzare per testare rapidamente vari punti della tua rete. Ecco come usarlo.

Come funziona il ping?

Ping deriva da un termine utilizzato nella tecnologia sonar che invia impulsi sonori e quindi ascolta il ritorno dell'eco. Su una rete di computer, nella maggior parte dei sistemi operativi è integrato uno strumento ping che funziona allo stesso modo. Emetti il ​​comando ping insieme a un URL o indirizzo IP specifico. Il computer invia diversi pacchetti di informazioni a quel dispositivo, quindi attende una risposta. Quando riceve la risposta, lo strumento ping mostra quanto tempo ha impiegato ogni pacchetto per completare il viaggio di andata e ritorno, oppure ti dice che non c'è stata risposta.

Sembra semplice, e lo è. Ma puoi usarlo con buoni risultati. Puoi verificare se il tuo computer può raggiungere un altro dispositivo, come il router, sulla rete locale o se può raggiungere un dispositivo su Internet. Questo può aiutarti a determinare se un problema di rete è da qualche parte sulla tua rete locale o da qualche parte oltre. Il tempo impiegato dai pacchetti per tornare a te può aiutarti a identificare una connessione lenta o se stai riscontrando una perdita di pacchetti.

E praticamente non importa quale sistema operativo stai utilizzando. Apri un terminale o una finestra del prompt dei comandi e puoi utilizzare ping su macOS, Linux o qualsiasi versione di Windows.

CORRELATO: 10 utili comandi di Windows che dovresti conoscere

Come usare Ping

Useremo il prompt dei comandi di Windows nel nostro esempio qui. Ma puoi anche utilizzare il comando ping in Windows PowerShell o nell'app Terminale su macOS o qualsiasi distribuzione Linux. Una volta che si arriva a utilizzare il comando effettivo, funziona allo stesso modo ovunque.

In Windows, premi Windows + R. Nella finestra Esegui, digita "cmd" nella casella di ricerca, quindi premi Invio.

Al prompt, digita "ping" insieme all'URL o all'indirizzo IP su cui desideri eseguire il ping, quindi premi Invio. Nell'immagine sottostante, stiamo inviando un ping a www.howtogeek.com e otteniamo una risposta normale.

Quella risposta mostra l'URL su cui stai eseguendo il ping, l'indirizzo IP associato a tale URL e la dimensione dei pacchetti inviati sulla prima riga. Le quattro righe successive mostrano le risposte di ogni singolo pacchetto, incluso il tempo (in millisecondi) impiegato per la risposta e il tempo di vita (TTL) del pacchetto, che è la quantità di tempo che deve trascorrere prima del pacchetto viene scartato.

In fondo, vedrai un riepilogo che mostra quanti pacchetti sono stati inviati e ricevuti, nonché il tempo di risposta minimo, massimo e medio.

E nell'immagine successiva, stiamo eseguendo il ping del router sulla nostra rete locale utilizzando il suo indirizzo IP. Stiamo anche ottenendo una risposta normale da esso.

Quando lo strumento ping non riceve una risposta da qualsiasi dispositivo su cui stai eseguendo il ping, ti fa sapere anche quello.

Ed è così che si usa il ping nella sua forma più elementare. Naturalmente, come la maggior parte dei comandi, ci sono alcuni interruttori avanzati che puoi usare per farlo comportare in modo leggermente diverso. Ad esempio, puoi fare in modo che continui a eseguire il ping di una destinazione finché non interrompi il comando, specifichi il numero di volte in cui desideri che esegua il ping, imposta la frequenza con cui deve eseguire il ping e altro ancora. Ma a meno che tu non stia eseguendo alcuni tipi molto specifici di risoluzione dei problemi, non dovrai preoccuparti molto di questi interruttori avanzati.

Se sei curioso di conoscerli, però, digita "ping /?" al prompt dei comandi per visualizzare un elenco.

Allora, cosa puoi fare con Ping?

Ora che sai come usare il comando, ecco alcune cose interessanti che puoi fare con esso:

  • Eseguire il ping di un URL (come www.howtogeek.com) o di un indirizzo IP per vedere se è possibile raggiungere una destinazione Internet. Se ottieni una risposta positiva, sai che tutti i dispositivi di rete tra te e quella destinazione funzionano, incluso l'adattatore di rete nel tuo computer, il router e qualsiasi dispositivo esistente su Internet tra il router e la destinazione. E se sei interessato ad esplorare ulteriormente queste rotte, puoi usare un altro strumento di rete chiamato tracert per fare proprio questo.
  • Eseguire il ping di un URL per risolvere il suo indirizzo IP. Se vuoi conoscere l'indirizzo IP di un particolare URL, puoi eseguire il ping dell'URL. Lo strumento ping ti mostra in alto l'indirizzo IP con cui sta lavorando.
  • Esegui il ping del router per vedere se riesci a raggiungerlo. Se non riesci a eseguire correttamente il ping di una posizione Internet, puoi provare a eseguire il ping del router. Una risposta positiva ti consente di sapere che la tua rete locale funziona correttamente e che il problema di raggiungere la posizione Internet è fuori dal tuo controllo.
  • Ping il tuo indirizzo di loopback (127.0.0.1). Se non riesci a eseguire correttamente il ping del router, ma sembra che il router sia acceso e funziona, puoi provare a eseguire il ping del cosiddetto indirizzo di loopback. Quell'indirizzo è sempre 127.0.0.1 e il ping con successo ti consente di sapere che l'adattatore di rete sul tuo computer (e il software di rete nel tuo sistema operativo) funziona correttamente.

Nota : potresti non ricevere una risposta ping da altri computer sulla rete locale perché i firewall incorporati su quei dispositivi impediscono loro di rispondere alle richieste ping. Se vuoi essere in grado di eseguire il ping di quei dispositivi, dovrai disattivare questa impostazione per consentire i ping attraverso il firewall.

L'elenco sopra utilizza una sorta di approccio esterno, in cui si esegue il ping prima della destinazione più lontana e poi si lavora verso i dispositivi più locali. Ad alcune persone piace lavorare a rovescio eseguendo prima il ping dell'indirizzo di loopback, quindi del router (o di un altro dispositivo locale) e infine di un indirizzo Internet.

E, naturalmente, ciò di cui stiamo parlando in questo articolo riguarda principalmente l'utilizzo del ping per eseguire la risoluzione dei problemi su una rete domestica o di piccole imprese. Su reti più grandi, c'è molta più complessità di cui preoccuparsi. Inoltre, se hai il compito di risolvere i problemi di reti più grandi, probabilmente sai già come utilizzare ping e molti altri strumenti di rete.