Non è necessario installare un Task Manager: come gestire le app in esecuzione su Android

Google Play è pieno di task manager per Android. Queste utilità possono mostrarti app in esecuzione in background, terminare le app in esecuzione e altrimenti gestire le tue app, ma non è necessario installare alcun software di terze parti per farlo.

Ti mostreremo come eliminare e gestire rapidamente e facilmente le tue app in esecuzione utilizzando solo il software incluso con il tuo telefono Android. I task manager di terze parti non sono necessari e molti includono funzionalità dannose, come i task killer.

Uccisione automatica delle attività

I task manager e i task killer sono spesso la stessa cosa. Un task killer promette di velocizzare il tuo telefono uccidendo automaticamente le app in esecuzione in background. Rimane in esecuzione in background, rimuovendo automaticamente le app dalla memoria quando hai finito di usarle.

Tuttavia, abbiamo già spiegato perché non dovresti usare un task killer su Android. In poche parole, Android non gestisce i processi come fa Windows. Le app che si comportano correttamente in esecuzione in background non stanno effettivamente facendo nulla: rimangono solo in memoria e non utilizzano CPU o altre risorse. Quando li accederai di nuovo, si apriranno rapidamente, poiché attendono in memoria che tu torni. Se venissero rimossi dalla memoria, richiederebbero più tempo per riaprirsi in quanto i dati dovrebbero essere trasferiti dalla memoria di sistema alla RAM: in questo modo, un task killer può effettivamente rallentare le cose.

Android include il suo task killer automatico: se la sua memoria si riempie e ha bisogno di più memoria per altri motivi, ucciderà automaticamente le app in esecuzione, rimuovendole dalla memoria. Non è necessario installare alcun software per trarne vantaggio.

Terminare un'app in esecuzione - Il modo più semplice

Se desideri chiudere manualmente un'app e rimuoverla dalla memoria, è estremamente facile sulle ultime versioni di Android - Android 4.0 e versioni successive.

Innanzitutto, apri la schermata multitasking. Su un Nexus 4 o Galaxy Nexus, premi semplicemente il pulsante multitasking dedicato. Su un telefono senza un pulsante multitasking, come un Galaxy S4 o HTC One, potrebbe essere necessario premere a lungo o toccare due volte il pulsante Home per aprire questa schermata.

Quindi, fai scorrere un'app recente a sinistra oa destra dello schermo e la sua miniatura scomparirà. Oltre a rimuovere questa app dall'elenco delle app recenti, ripulendo l'elenco, Android rimuoverà anche l'app dalla memoria.

In genere non è necessario uccidere un'app. Tuttavia, può essere d'aiuto se l'app si comporta in modo anomalo: l'uccisione e la riapertura dell'app potrebbe farla funzionare correttamente.

Terminare un'app in esecuzione - Il modo più difficile

Puoi anche terminare l'esecuzione di app dalla schermata delle impostazioni di Android. Innanzitutto, apri la schermata Impostazioni e tocca la categoria App.

Scorri verso il basso nell'elenco, seleziona un'app e tocca il pulsante Forza interruzione per terminare il processo in esecuzione dell'app e rimuoverla dalla memoria.

Gestione delle app

Dalla schermata delle informazioni dell'app dove si trova il pulsante Forza interruzione, puoi anche impedire alle app di mostrare notifiche, visualizzare la quantità di spazio di archiviazione utilizzata dall'app, cancellare i suoi dati o la cache, impedire che sia un'applicazione predefinita se è impostata come app predefinita e visualizzare le relative autorizzazioni.

Visualizza le app in esecuzione in background

Dal riquadro delle impostazioni delle app, puoi anche scorrere fino alla categoria In esecuzione per visualizzare le app in esecuzione in background. Queste app non rimangono solo in memoria. Possono avviarsi automaticamente all'avvio e rimanere in esecuzione in background in modo che possano fare le cose automaticamente. Ad esempio, app di chat come WhatsApp potrebbero rimanere in esecuzione in background in modo da poter ricevere automaticamente i messaggi.

Se desideri impedire che queste app vengano eseguite in background, la soluzione migliore è disinstallarle dal telefono: puoi terminare le loro attività, ma si riavvieranno comunque.

Tieni presente che queste app potrebbero utilizzare pochissime risorse, quindi non dovresti necessariamente preoccuparti se sono in esecuzione in background. Se sono in esecuzione in background e non li vedi consumare molta memoria, batteria o risorse di rete, puoi tranquillamente lasciarli soli.

Tocca l'opzione Mostra processi memorizzati nella cache nell'angolo in alto a destra dello schermo per visualizzare le app che sono memorizzate nella cache, ma che non sono effettivamente in esecuzione in background.

Puoi terminare i processi di tali app da qui toccandoli e toccando Interrompi, ma non dovrebbe esserci alcun motivo per farlo.

Visualizza utilizzo della memoria

Nella parte inferiore della schermata delle app in esecuzione, vedrai un misuratore di RAM. Questo mostra quanta memoria del telefono viene utilizzata e quanta è libera. Nota che questo può essere fuorviante: la tua RAM potrebbe sembrare piuttosto piena, ma potrebbe essere piena di applicazioni memorizzate nella cache. Questo velocizzerà le cose in seguito: è positivo che la RAM sia piena, poiché Android utilizza la RAM come cache per accelerare le cose.

La schermata App in esecuzione mostra anche la memoria utilizzata dai servizi in esecuzione e dai processi memorizzati nella cache, in modo da poter identificare quali app sono più affamate di RAM.

Visualizza l'utilizzo della batteria

Per visualizzare l'utilizzo della batteria specifico dell'app, apri la schermata Impostazioni e tocca l'opzione Batteria. Vedrai un elenco di funzioni e app del telefono, ordinate in base a quanto hanno utilizzato la batteria. Questa schermata può aiutarti a vedere come le app utilizzano la CPU e altre risorse. Probabilmente vedrai le app che usi frequentemente nella parte superiore di questo elenco. Se vedi un'app che non usi qui, probabilmente sta consumando risorse in background: ti consigliamo di disinstallarla se non la usi.

Le varie funzionalità di gestione delle attività in Android dovrebbero essere più che sufficienti per la maggior parte delle persone. La più grande funzionalità disponibile nelle app di task manager di terze parti è il task killer, ma non dovresti aver bisogno di uccidere automaticamente le applicazioni. Android lo farà per te quando sarà effettivamente necessario.

Credito immagine: JD Hancock su Flickr