Spiegazione dell'USB di tipo C: cos'è l'USB-C e perché lo vorrai

USB-C è lo standard emergente per la ricarica e il trasferimento dei dati. Al momento, è incluso in dispositivi come i più recenti laptop, telefoni e tablet e, con il tempo, si diffonderà praticamente a tutto ciò che attualmente utilizza il connettore USB più vecchio e più grande.

USB-C presenta una nuova forma del connettore più piccola che è reversibile in modo che sia più facile da collegare. I cavi USB-C possono trasportare molta più energia, quindi possono essere utilizzati per caricare dispositivi più grandi come i laptop. Offrono anche fino al doppio della velocità di trasferimento di USB 3 a 10 Gbps. Sebbene i connettori non siano compatibili con le versioni precedenti, gli standard lo sono, quindi gli adattatori possono essere utilizzati con dispositivi meno recenti.  

Sebbene le specifiche per USB-C siano state pubblicate per la prima volta nel 2014, è solo nell'ultimo anno che la tecnologia ha preso piede. Ora si preannuncia come un vero sostituto non solo dei vecchi standard USB, ma anche di altri standard come Thunderbolt e DisplayPort. Sono in corso dei test per fornire un nuovo standard audio USB utilizzando USB-C come potenziale sostituto del jack audio da 3,5 mm. USB-C è strettamente intrecciato anche con altri nuovi standard, come USB 3.1 per velocità più elevate e USB Power Delivery per una migliore erogazione di energia tramite connessioni USB.

Il tipo C presenta una nuova forma del connettore

USB Type-C ha un nuovo, minuscolo connettore fisico, all'incirca delle dimensioni di un connettore micro USB. Il connettore USB-C stesso può supportare vari nuovi entusiasmanti standard USB come USB 3.1 e USB power delivery (USB PD).

Il connettore USB standard con cui hai più familiarità è USB Type-A. Anche se siamo passati da USB 1 a USB 2 e ai moderni dispositivi USB 3, quel connettore è rimasto lo stesso. È più massiccio che mai e si collega solo in un modo (che ovviamente non è mai il modo in cui provi a collegarlo la prima volta). Ma man mano che i dispositivi diventavano più piccoli e sottili, quelle enormi porte USB non si adattavano. Ciò ha dato origine a molte altre forme di connettori USB come i connettori "micro" e "mini".

Questa scomoda raccolta di connettori di forma diversa per dispositivi di dimensioni diverse sta finalmente volgendo al termine. USB Type-C offre un nuovo standard di connettore molto piccolo. È circa un terzo delle dimensioni di una vecchia presa USB di tipo A. Si tratta di un singolo connettore standard che ogni dispositivo dovrebbe essere in grado di utilizzare. Avrai solo bisogno di un singolo cavo, sia che tu stia collegando un disco rigido esterno al tuo laptop o caricando il tuo smartphone da un caricatore USB. Quel piccolo connettore è abbastanza piccolo da stare in un dispositivo mobile ultrasottile, ma anche abbastanza potente da collegare tutte le periferiche che desideri al tuo laptop. Il cavo stesso ha connettori USB di tipo C su entrambe le estremità: è tutto un connettore.

USB-C offre molto da apprezzare. È reversibile, quindi non dovrai più capovolgere il connettore almeno tre volte cercando l'orientamento corretto. È una singola forma di connettore USB che tutti i dispositivi dovrebbero adottare, quindi non dovrai tenere carichi di cavi USB diversi con forme di connettore diverse per i tuoi vari dispositivi. E non avrai più porte enormi che occupano una quantità di spazio non necessaria su dispositivi sempre più sottili.

Le porte USB di tipo C possono anche supportare una varietà di protocolli diversi utilizzando "modalità alternative", che consentono di avere adattatori in grado di trasmettere HDMI, VGA, DisplayPort o altri tipi di connessioni da quella singola porta USB. L'adattatore multiporta digitale USB-C di Apple è un buon esempio di questo, offrendo un adattatore che consente di collegare un HDMI, VGA, connettori USB di tipo A più grandi e un connettore USB di tipo C più piccolo tramite una singola porta. Il caos delle porte USB, HDMI, DisplayPort, VGA e di alimentazione sui laptop tipici può essere semplificato in un unico tipo di porta.

USB-C, USB PD e alimentazione

La specifica USB PD è anche strettamente intrecciata con USB Type-C. Attualmente, una connessione USB 2.0 fornisce fino a 2,5 watt di potenza, sufficienti per caricare il tuo telefono o tablet, ma questo è tutto. La specifica USB PD supportata da USB-C aumenta questa erogazione di potenza a 100 watt. È bidirezionale, quindi un dispositivo può inviare o ricevere alimentazione. E questa potenza può essere trasferita nello stesso momento in cui il dispositivo trasmette i dati attraverso la connessione. Questo tipo di erogazione di potenza potrebbe persino consentire di caricare un laptop, che di solito richiede fino a circa 60 watt.

Il nuovo MacBook di Apple e il nuovo Chromebook Pixel di Google utilizzano entrambi le porte USB-C come porte di ricarica. USB-C potrebbe significare la fine di tutti quei cavi di ricarica per laptop proprietari, con tutto che si ricarica tramite una connessione USB standard. Puoi persino caricare il tuo laptop da uno di quei pacchi batteria portatili con cui ricarichi i tuoi smartphone e altri dispositivi portatili da oggi. È possibile collegare il laptop a un display esterno collegato a un cavo di alimentazione e quel display esterno caricherà il laptop mentre lo si utilizza come display esterno, il tutto tramite l'unica piccola connessione USB di tipo C.

CORRELATO: puoi usare qualsiasi caricabatterie con qualsiasi dispositivo?

C'è un problema, però, almeno al momento. Solo perché un dispositivo o un cavo supporta USB-C significa necessariamente che supporta anche USB PD. Quindi, dovrai assicurarti che i dispositivi ei cavi che acquisti supportino sia USB-C che USB PD.

USB-C, USB 3.1 e velocità di trasferimento

CORRELATO: USB 2.0 vs USB 3.0: dovresti aggiornare le tue unità flash?

USB 3.1 è un nuovo standard USB. La larghezza di banda teorica di USB 3 è di 5 Gbps, mentre quella di USB 3.1 è di 10 Gbps. È il doppio della larghezza di banda, veloce come un connettore Thunderbolt di prima generazione.

L'USB Type-C non è la stessa cosa dell'USB 3.1, però. USB Type-C è solo una forma di connettore e la tecnologia sottostante potrebbe essere solo USB 2 o USB 3.0. In effetti, il tablet Android N1 di Nokia utilizza un connettore USB Type-C, ma sotto è tutto USB 2.0, nemmeno USB 3.0. Tuttavia, queste tecnologie sono strettamente correlate. Quando acquisti dispositivi, devi solo tenere d'occhio i dettagli e assicurarti di acquistare dispositivi (e cavi) che supportano USB 3.1.

Compatibilità all'indietro

Il connettore USB-C fisico non è compatibile con le versioni precedenti, ma lo è lo standard USB sottostante. Non è possibile collegare dispositivi USB meno recenti a una moderna e minuscola porta USB-C, né un connettore USB-C a una porta USB più vecchia e più grande. Ma questo non significa che devi scartare tutte le tue vecchie periferiche. USB 3.1 è ancora retrocompatibile con le versioni precedenti di USB, quindi è sufficiente un adattatore fisico con un connettore USB-C su un'estremità e una porta USB più grande e vecchio stile sull'altra estremità. È quindi possibile collegare i dispositivi meno recenti direttamente a una porta USB di tipo C.

Realisticamente, molti computer avranno sia porte USB Type-C che porte USB Type-A più grandi per l'immediato futuro, come il Chromebook Pixel di Google. Sarai in grado di passare lentamente dai tuoi vecchi dispositivi, ottenendo nuove periferiche con connettori USB di tipo C. Anche se ottieni un computer con solo porte USB Type-C, come il nuovo MacBook di Apple, gli adattatori e gli hub colmeranno il vuoto.

USB Type-C è un degno aggiornamento. Sta facendo scalpore sui nuovi MacBook e alcuni dispositivi mobili, ma non è una tecnologia Apple o solo mobile. Col passare del tempo, USB-C apparirà in sempre più dispositivi di tutti i tipi. USB-C potrebbe persino sostituire il connettore Lightning sugli iPhone e iPad di Apple un giorno. Lightning non ha molti vantaggi rispetto a USB Type-C oltre ad essere uno standard proprietario per cui Apple può addebitare costi di licenza. Immagina un giorno in cui i tuoi amici che usano Android hanno bisogno di una ricarica e tu non devi dare la triste linea "Mi dispiace, ho appena ricevuto un caricabatterie per iPhone"!

Credito immagine: Apple, Wikipedia, Intel Free Press su Flickr, Google